Come illuminare la cucina con estetica e funzionalità

Dal lampadario alle luci sospese, le idee si accendono

È una sfida affascinante ma non priva di ostacoli: ricreare la giusta illuminazione in cucina può non essere semplice, perché la stanza dedicata alla preparazione dei cibi, oltre a rappresentare l’ambiente più vissuto della casa, risulta anche il più complesso. Al suo interno ci si dedica ai fornelli, si mangia seduti o in piedi, si accolgono amici e parenti, si studia e si lavora. E ogni attività ha bisogno della giusta luce. Ecco perché l’illuminazione della cucina moderna si presenta sempre più composita e orientata alla funzionalità, alla tecnologia e all’efficienza energetica. Questi obiettivi, però, non devono sopraffare ma completare quelli estetici, ad esempio con lampade a sospensione per cucina curate nei dettagli o con altre soluzioni illuminotecniche all’avanguardia, come un’innovativa cappa lampadario.

Non solo lampade a sospensione o faretti: oggi i punti luce in cucina si creano con tante soluzioni integrate

Diffusa e concentrata, decorativa e pratica, tradizionale e inaspettata: l’illuminazione della cucina è tutto questo e molto di più. Per questo va calibrata, unendo i punti luce in modo piacevole e razionale. Le classiche lampade a sospensione per cucina che tradizionalmente danno carattere all’insieme, ad esempio, possono tranquillamente essere sostituite da un’illuminazione perimetrale con faretti a led, a patto di integrare una fonte luminosa direzionata sul tavolo.

Un esempio? Tanti piccoli lampadari bassi, così di moda nell’illuminazione della cucina odierna. Fondamentali sono anche le luci sotto-pensili, che ottimizzano la visuale nelle operazioni di preparazione del cibo. Le più moderne, rappresentate da strisce led dotate di sensori che evitano di toccare l’interruttore con le mani sporche, talvolta si spingono a illuminare gli interni delle ante in vetro, con effetti davvero suggestivi. Per finire, non si possono non citare gli utilissimi punti luce interni che, in cucina, irradiano cassetti e basi angolari, magari contemporaneamente alla loro apertura, lasciandoci piacevolmente stupiti.

La sorpresa, però, non sarà mai pari a quella di vedere trasformarsi uno strumento di aspirazione in un perfetto e sofisticato complemento di illuminotecnica. Ogni invitato, infatti, non può che restare abbagliato in tutti i sensi, di fronte alla cappa lampadario CORINTHIA ISOLA, in grado di disperdere con la massima efficacia i fumi, creando intensi giochi di luce. Rivisitando con un design innovativo la canonica cappa a isola nasce CORINTHIA ISOLA, che valorizza istantaneamente ogni tipo d’ambiente, unendo tecnologia ed estetica e interpretando al meglio il motto “Form follows function”, ispiratore dell’azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *