2° edizione del festival per le comunità colpite dal sisma



Risorgimarche 2018: ritorna il festival solidale per le comunità colpite dal sisma - Faber


Con la seconda edizione del Festival Risorgimarche proseguiamo il cammino verso la rinascita nelle aree colpite dal terremoto del 2016

I big della musica scelgono le arene naturali: e la montagna ritorna complice dopo il terremoto nelle Marche

Bellezza, cultura e voglia di stare insieme; e, naturalmente, il desiderio di riconciliarsi con una natura che, nonostante l’evento sismico 2016, è rimasta nel cuore degli abitanti del posto e di tutti coloro che l’hanno conosciuta: ecco cosa unisce il popolo di Risorgimarche 2018 che, dal primo luglio, si ritroverà nuovamente nella splendida cornice dei Monti Sibillini per cantare all’unisono, dando voce a una terra e al suo diritto di andare avanti.

E il percorso non è da intendersi solo in senso metaforico: se da un lato, per l’organizzazione del festival, abbiamo scelto di rinunciare alla raccolta fondi, consci che l’entità dei danni richiedeva un ben più importante intervento statale, dall’altra abbiamo comunque stabilito un simbolico prezzo del biglietto: il camminare insieme, un piccolo scotto che ha reso felici i partecipanti e ha rinsaldato i legami tra persone che vogliono ripartire dalle loro forze e ricostruire il futuro con le loro braccia.

Risorgimarche 2018: ritorna il festival solidale per le comunità colpite dal sisma - Faber

Tutti uniti con un unico obiettivo: rialzarsi dopo il sisma Marche 2016

È passato parecchio tempo dal terremoto delle Marche del 2016, che ha scosso in tutti i sensi uno dei territori più suggestivi del Centro Italia. Eppure, c’è ancora molto da fare per ricostruire, anche perché i fenomeni tellurici, oltre a distruggere le fondamenta degli edifici, hanno messo a dura prova i rapporti sociali e l’economia locale.

Ed è per dare nuovo vigore a entrambi che, forti di un team prezioso e collaudato, abbiamo deciso di portare avanti e affinare il progetto nato l’anno scorso, contando ancora una volta su una collaborazione generalizzata: i protagonisti di Risorgimarche 2018 sono sicuramente gli artisti che hanno aderito gratuitamente all’iniziativa, accettando di scendere dal palco per porsi spiritualmente a fianco degli spettatori ma anche la società civile, pronta a rispondere al richiamo all’appartenenza con responsabilità e rispetto e a contribuire concretamente, acquistando le eccellenze dei produttori locali.

Per non parlare dell’amministrazione regionale e dei sindaci che organizzeranno i Dopo Festival. O, ancora, degli sponsor, che abbiamo selezionato con cura, accertandoci che rispecchiassero pienamente i valori della manifestazione.

Risorgimarche 2018: ritorna il festival solidale per le comunità colpite dal sisma - Faber

Per quanto riguarda Faber, un’azienda che ha fatto dell’aria pura delle Marche la sua fonte di ispirazione, mi sono premurato di visitare personalmente sia la sede amministrativa di Fabriano che lo stabilimento di Sassoferrato ed è confrontandomi con vertici e collaboratori che ho compreso le profonde motivazioni che si celavano dietro la richiesta di sostegno al progetto: è bastato parlare con le persone per capire che la leadership globale non ha cambiato l’identità di un’azienda che nelle Marche, come me, mantiene ben salde le radici.

Che i valori e la filosofia di Risorgimarche siano stati sposati totalmente dalla Faber lo dimostra anche la partecipazione attiva dimostrata da tutti coloro, dipendenti e dirigenti, che hanno voluto accompagnare il popolo di Risorgimarche durante le varie tappe; Faber non si è limitata quindi a svolgere un ruolo da partner “passivo” della manifestazione ma, con la sua presenza fisica, ha dimostrato ancor di più di credere in questo progetto.

 

Neri Marcorè

Risorgimarche 2018: ritorna il festival solidale per le comunità colpite dal sisma - Faber


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *