Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio. Immagini dall’universo per celebrare il 2009, Anno Internazionale dell’Astronomia

Mostra su Galileo a Firenze

Mostra su Galileo a Firenze

La mostra Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio è stata creata e promossa nel quadro delle iniziative per il 2009 Anno Internazionale dell’Astronomia, proclamato per celebrare il quarto centenario del primo utilizzo del cannocchiale proprio da parte di Galileo.

Ideata e curata da Paolo Galluzzi, direttore dell’Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze, la mostra espone nella suggestiva cornice di Palazzo Strozzi planisferi, globi, trattati di astronomia, sculture e dipinti.

Il percorso offre al visitatore un viaggio nello spazio e nel tempo, alla scoperta della scienza del cielo e dell’immaginario astronomico nelle diverse epoche e civiltà.

Alcuni pezzi esposti attestano le conoscenze scientifiche in campo astronomico in un particolare contesto, mentre altri mostrano la connessione con altri elementi dell’immaginario collettivo e più in generale gli aspetti culturali e spirituali della relazione tra umanità e cielo.

L’uomo e le stelle

Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio racconta le risposte che il cielo ha offerto alle speranze, alle paure e ai bisogni pratici dell’umanità, in tutte le culture e in tutte le epoche.

La parte introduttiva della mostra, intitolata proprio L’uomo e le stelle, illustra l’universo come luogo del mito per eccellenza, popolato da pianeti e stelle visti di volta in volta come incarnazioni di divinità, animali fantastici e altre figure, sempre intimamente legate agli aspetti più profondi della vita terrena.

Fin dall’antichità gli esseri umani hanno inoltre cercato di indovinare la forma e la struttura dell’universo, utilizzando tutte le conoscenze e gli strumenti disponibili in ogni momento storico.

La conoscenza scientifica del cielo procedette sempre spedita, perché ricevette impulso dall’urgenza dei bisogni a cui l’astrologia, madre dell’astronomia, tentava di rispondere.

Lo sguardo dell’uomo verso il cielo è sempre stato carico di attese e di paure e l’astrologia, una disciplina che conservò a lungo lo statuto di vera e propria scienza, tentava di fare chiarezza.

Dalle stelle della Mesopotamia alla Rivoluzione copernicana

galileo4

La mostra indaga il lungo cammino che ha portato l’umanità a scoprire il cielo, attraverso l’esposizione introduttiva e dieci sezioni tematiche e cronologiche:

1. L’alba dell’astronomia. Mesopotamia, Egitto e il cosmo biblico 2. Il cosmo diventa una sfera 3. La geometrizzazione del cosmo 4. I cieli dell’Islam 5. L’evangelizzazione del cosmo 6. La rinascita dell’Astronomia 7. Galileo: il cosmo del cannocchiale 8. Da Galileo a Newton

Il percorso analizza innanzitutto le stupefacenti conoscenze degli astri già acquisite dai popoli della Mesopotamia e del delta del Nilo, i contributi delle civiltà greco–romana e araba, la visione del Medioevo cristiano e l’approccio del Rinascimento.

L’itinerario prosegue poi fino alla svolta epocale prodotta dalla rivoluzione astronomica, annunciata da Niccolò Copernico, consolidata proprio da Galileo grazie al cannocchiale, e portata a compimento da Keplero, Cartesio e Newton.

Catalogo della mostra

Mostra su Galileo a Firenze

Mostra su Galileo a Firenze

Galileo. Immagini dell’universo dall’antichità al telescopio è stata promossa e organizzata da Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dalla Fondazione Palazzo Strozzi, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comitato Nazionale per le Celebrazioni Galileiane.

Galileo: immagini dell’universo dall’antichità al telescopio. Catalogo della mostra tenuta a Firenze nel 2009, a cura di Paolo Galluzzi, 442 p., ill., 26 cm, Firenze, Giunti, 2009. ISBN 9788809742321.

Clicca qui per acquistare on line il catalogo della mostra

Lascia un Commento